+39 031 296 768 info@guanellacomo.it

Italian English French German Portuguese Spanish

3ª GRANFONDO "Don Guanella" - quando lo sport diventa solidarietà

Sono aperte le iscrizioni per la Granfondo don Guanella - Cadel Evans, in programma il prossimo 14 aprile 2019.

Tra le novità di questa terza edizione c'è la proposta di due percorsi: il lungo, per complessivi 110 km, il corto con 63 Km. Per entrambi è prevista l'ascesa al santuario della Madonna del Ghisallo, simbolo del Giro della Lombardia: 8,5 km di ascesa, con picchi di pendenza fino al 14%, e spettacolari viste sul lago di Como.

Testimonial della Granfondo è il campione australiano Cadel Evans, amico di Cascina don Guanella.

Il ciclismo è una “missione” e la Granfondo Don Guanella dimostrerà che quando sport e solidarietà si uniscono possono nascere grandi cose.


VISITA IL SITO WEB

È fatto in casa - coltiva il futuro delle Case don Guanella!

Il progetto, avviato a gennaio 2018, vuole promuovere alcuni laboratori, nelle diverse sedi, finalizzati alla trasformazione, lavorazione e confezionamento di prodotti agroalimentare per creare nuovi percorsi occupazionali e una nuova linea di vendita, un marchio di qualità per prodotti naturali e buoni per davvero!

I beneficiari diretti saranno circa 75 così suddivisi:

     - beneficiari stimati delle borse lavoro saranno complessivamente 15 giovani fragili, italiani o stranieri, a rischio esclusione o disabili con capacità tali da poter beneficiare del progetto presso le tre sedi
     - altri 60 (20 per sede) svolgeranno azioni nell’ambito dei laboratori avviati, attività laboratoriale (con una presenza educativa maggiore), formazione in azione

Promuoveremo la partecipazione di realtà esterne. Verranno pianificate specifiche attività organizzate nell’ambito dei laboratori e degli eventi a cui saranno invitati anche associazioni del territorio, istituzioni scolastiche, centri di formazione, parrocchie e gruppi. In quest’ambito promozionale miriamo ad un coinvolgimento complessivo in attività saltuarie legate al progetto di almeno altri 100 soggetti (tra giovani, famiglie e professionisti sociali) per ogni sede, per un totale di oltre 300 persone.

Il progetto mira a raggiungere tre principali obiettivi:

    1. Implementare, arricchire e sviluppare le attività produttive dei diversi soggetti coinvolti
    2. Sperimentare e validare nuove forme di collaborazione e crescita delle diverse realtà locali in rete
    3. Creare occasioni di inclusione sociale e emancipazione per i soggetti destinatari delle varie azioni di assistenza e accoglienza dell’Opera don Guanella

Al fine di raggiungere questi obiettivi il progetto prevede l’attivazione di percorsi di inclusione sociale destinati a giovani e adulti in condizione di grave svantaggio sociale, attraverso

     - esperienze formative territoriali e/o trasversali ai tre Partner esecutivi e tecnici (Casa di Gino, Cooperativa Pane e Signore, Cascina don Guanella)
     - percorsi di avviamento al lavoro tramite tirocini, borse lavoro ed altri strumenti analoghi, anche in collaborazione con istituzioni locali, enti bilaterali e/o di formazione locali.
     - attività di scambio e di confronto fra esperienze

I miglioramenti attesi per gli utenti verranno valutati in base ai seguenti indicatori:

     - Miglioramento delle capacità relazionali dei beneficiari
     - Incremento delle abilità e competenze tecniche valutate tramite strumentazione predisposta da tutor tecnico e tutor educativo (questionario, colloqui individualizzati, valutazione in progress durante le attività)
     - Acquisizioni di capacità personali quali il rispetto di incarichi e mansioni
     - Acquisizione di abilità legate alla partecipazione al mondo del lavoro: capacità di rispettare orari, impegni, ruoli

Tali competenze rappresenteranno traguardi importanti per i beneficiari in quanto permetteranno loro di accrescere non solo le loro abilità professionali e formative, ma anche personali, fondamentali per nuove opportunità di inclusione sociale oltre che lavorativa.

Volendo inquadrare tali risultati in output e outcome possiamo così esplicitare:

OUTPUT

     - partecipazione positiva alle attività progettuali previste
     - esiti positivi dei tirocini: completamento degli stessi e partecipazione assidua
     - rispetto delle mansioni attribuite e dei ruoli proposti
     - incremento delle capacità di lavorare in gruppo
     - acquisizione di competenze tecniche operative (utilizzo strumentazione adeguata, rispetto della normativa)
     - acquisizione della capacità di confrontarsi in gruppo attraverso iniziative proposte all’interno delle diverse sedi

OUTCOME

     - acquisizione di competenze tali da poter candidarsi per altre opportunità formative e/o occupazionali
     - acquisizione di nuova consapevolezza rispetto ai propri limiti e potenzialità
     - instaurazione di relazioni positive con enti esterni (responsabili aziende locali con le quali verranno avviate nuove collaborazioni)
     - acquisizione di nuove abilità funzionali ad incrementare il proprio livello di autonomia

Il progetto è sostenuto dalla Fondazione Allianz UMANA MENTE nell’ambito delle Linee Guida 2017.

 

VISITA IL SITO WEB

Don Umberto Brugnoni nuovo Superiore Generale dei SdC

Don Umberto Brugnoni, nato a Cavona di Cuveglio (VA) - Italia il 24 Maggio 1952, è stato eletto Superiore Generale dei Servi della Carità. È il decimo successore di Don Guanella, da tutti noi un augurio speciale.

Il nuovo Consiglio Generale dei Servi della Carità

L’Assemblea Capitolare, nella sessione pomeridiana di ieri, ha eletto il nuovo Consiglio Generale che affiancherà il Superiore Generale, don Umberto Brugnoni,  nella guida della Congregazione per il prossimo Sessennio. Sono risultati eletti:

Don Nico Rutigliano, Vicario Generale e 1° Consigliere Generale;

Padre Antony Samy Soosai Rathinam, 2° Consigliere Generale;

Fr. Franco Lain, 3° Consigliere Generale;

Padre Gustavo De Bonis, 4° Consigliere Generale.

Ai neoeletti la nostra preghiera e la gratitudine per aver accolto questo nuovo servizio alla Congregazione dei Servi della Carità.

Guanellian’s presence in Saigon is growing!

This year the guanellian community in Saigon welcomed a new member: Fr. Jospeh Fernandez, from India. In this way this community is formed by three brothers (all of them vietnamese) and three fathers (coming from India).

They are helping in the formation to eleven candidates by the ways of the heart to become Servants of Charity, Servants of Jesus, Sacrament of love, Servants of the poor, beloved by Jesus May the Lord help them to incarnate Christian and guanellian’s values animated by a spirit of attentive discernment of God’s will, a spirit of belongingness, a spirit of caring and a spirit of responsibility.

Aiuta l'Opera Don Guanella Como a fare del bene Il tuo contributo economico è prezioso!

"Conviene sempre fare un po' di carità: un povero soccorre l'altro e Dio benedice" - San Luigi Guanella