+39 031 296 768 info@guanellacomo.it

Italian English French German Portuguese Spanish
Area Persone senza dimora

“Sto con te”, seguendo Don Chisciotte le storie dei Vicini di Strada diventano uno spettacolo

Vicini di strada – Rete dei servizi per la grave marginalità si affida al Don Chisciotte per raccontare una storia, anzi tante storie, che la cronaca spesso strumentalizza, distorce, spoglia della componente umana che, per i Vicini di Strada e crediamo per tutti, è la prima cosa che occorre guardare quando si parla di immigrati, senza tetto, anziani soli, uomini e donne che la società tende a marginalizzare quando non espellere del tutto dal contesto.

Sto con te” è il nuovo frutto del laboratorio teatrale realizzato dal gruppo Aounithiè e promosso da Vicini di Strada, la Rete dei servizi per la grave marginalità di Como, nell’ambito del progetto “Ri-generazioni” (bando volontariato 2018).

La storia di Don Chisciotte come spunto per raccontare le nostre storie, fatte di innamoramenti, cadute, lotte.

La famosa opera di Cervantes è la storia di un uomo che non cede alle sconfitte, che si rialza sempre, che si innamora pazzamente e che aspira a un ideale. Un pazzo forse, ma un pazzo che ha stimolato nel gruppo tanti ricordi, pensieri, e che alla fine ci ha fatto dire: “io sto con te”. Lo spettacolo si snoda tra momenti corali, musiche, monologhi e teatro di figura.

Il laboratorio teatrale – anche quest’anno svolto negli spazi del Teatro Sociale di Como, grazie alla disponibilità di Aslico, e realizzato in collaborazione con Veronica Bestetti di Luminanda, Pia Mazza di Fata Morgana e Letizia Torelli – ha costituito una preziosa occasione per permettere l’incontro tra cittadini con e senza dimora. Comaschi e migranti, italiani e stranieri, ciascuno coinvolto in una dimensione artistica di relazione, conoscenza, condivisione e scambio.

Lo spettacolo vede la collaborazione del gruppo “Burattini in libertà”,  formato da artisti e burattinai professionisti (Marta Stoppa, Cristina Quadrio, Giancarlo Bugnola) e persone senza dimora, in situazione di disagio personale o che soffrono forme di esclusione sociale, un progetto nato grazie al sostegno di Fondazione Caritas Solidarietà e Servizio e realizzato nell’ambito degli interventi sociali attivati dalla Rete dei servizi per la grave marginalità.

GUARDA LA GALLERIA FOTOGRAFICA

Qui c'è la bellezza - 17 gennaio ore 20.45 - via T.Grossi, 18 - Como

Quando si incontrano, Annalisa e Paolo si guardano negli occhi.

Vicini di strada è al fianco delle persone senza dimora di Como. Promuove da anni occasioni di incontro in cui le diversità diventano ricchezza. Valorizza le risorse di ciascuno e genera percorsi di reinserimento sociale.

 

Vieni alla presentazione del percorso per diventare volontario!

17 gennaio ore 20.45 - via T. Grossi 18, Como

 

 

L'Opera Don Guanella cerca volontari per il "Tetto della Carità"

L’Opera Don Guanella di Como cerca volontari per il “Tetto della Carità”, il Centro che accoglie uomini senza dimora dai 40 ai 75 anni e che dà continuità ed amplia la “Casa del pellegrino”, lo spazio aperto il 7 dicembre scorso in risposta alle sollecitazioni del vescovo Oscar che aveva chiesto alle parrocchie e alle comunità religiose di intervenire per praticare una accoglienza più diffusa, mettendo a disposizione un numero, ancorché piccolo, di posti letto. Anche l’Opera Don Guanella aveva fornito una risposta immediata dando ospitalità a cinque persone senza tetto in tre stanze.

Nell’intenzione del responsabile, don Leonello Bigelli, questa iniziativa voleva rappresentare un primo passo per un progetto più complesso di seconda accoglienza. Spiega don Leonello:

«Misuravamo le nostre forze, individuavamo le persone per un progetto futuro, raccoglievamo un piccolo gruppo di volontari, conoscevamo meglio i problemi ed eravamo più preparati per affrontarli. Adesso, finalmente, possiamo essere pronti, ed è finalmente partito il “Tetto della Carità”».

Leggi tutto...

Storie di Casa: intervista a Vinicio.

Inaugurata la nuova rubrica video: STORIE DI CASA, un angolo fatto di racconti, esperienze, vissuti, emozioni che vede protagonisti gli ospiti della Casa Divina Provvidenza di Como.

 GUARDA IL VIDEO

Emergenza freddo: Como, aggiunti posti letto nel dormitorio invernale. Caritas estende gli orari di apertura del centro diurno

“Posso confermare che tutte le persone che hanno fatto richiesta di accedere ai dormitori per passare la notte al caldo hanno potuto farlo”: lo conferma Paola Della Casa referente del Tavolo della grave emarginazione di Como di cui fa parte anche la Caritas diocesana. Sono ore frenetiche a Como per far fronte al drastico calo delle temperature registrato negli ultimi giorni e alla neve caduta nella notte. A preoccupare è soprattutto la condizione dei senza fissa dimora: a dare una prima risposta al bisogno di accoglienza è stato ancora una volta il mondo del volontariato e degli operatori che, ogni giorno, si occupano sul territorio cittadino di grave marginalità. Subito, come negli anni precedenti per i giorni più freddi dell’anno, sono stati aggiunti alcuni posti letto all’interno del dormitorio “Emergenza Freddo” di via Sirtori con la posa di alcuni materassi, così come sono stati trovati altri posti aggiuntivi dai volontari che gestiscono l’accoglienza per migranti in transito nei tendoni collocati all’interno del Centro pastorale card. Ferrari. “Ci sono alcune situazioni – continua Della Casa -, numericamente molto limitate, di persone che hanno difficoltà nello stare in contesti comunitari e per questo, anche di fronte all’invito di volontari e operatori, hanno deciso di rimanere in strada. È una realtà non nuova a cui nelle scorse ore abbiamo rivolto una particolare attenzione assicurandoci che avessero coperte e proponendo loro l’accesso ai dormitori”. Da Porta Aperta, servizio della Caritas diocesana rivolto alla grave marginalità, assicurano che il monitoraggio di queste situazioni è costante, anche se non è facile trovare delle soluzioni. Sempre la Caritas ha deciso di anticipare l’apertura del Centro diurno presso la chiesa di S. Donnino dalle 9 così da garantire – insieme al centro “Il Rifugio” presso l’Opera don Guanella – la copertura per l’intera giornata.

Altri articoli...

Contatti

Rifugio don Guanella

Tetto della Carità

Via Tommaso Grossi, 18 - Como

Cell.: 333.523.3523 (don Leonello)

Mail: bigelli.leonello@guanelliani.it

ORARI

Aperto tutti i giorni, anche sabato, domenica e festività, Natale e Pasqua: dalle ore 16.00 alle ore 19.00.

 

Aiuta l'Opera Don Guanella Como a fare del bene Il tuo contributo economico è prezioso!

"Conviene sempre fare un po' di carità: un povero soccorre l'altro e Dio benedice" - San Luigi Guanella