+39 031 296 768 info@guanellacomo.it

Italian English French German Portuguese Spanish
Area Pastorale

S. Ambrogio: Padre della Chiesa e anche “esperto” di arte medica

Sant’Ambrogio, come tutti i grandi spiriti veramente umili e disinteressati, non amava parlare di sé. Attento, intuitivo e generoso nel confortare gli altri, non mendicava consolazioni a proprio vantaggio. Perciò delle sue malattie e dei suoi acciacchi, che pure erano frequenti, non ha lasciato trapelare nelle sue opere che rare, brevi, fortuite notizie. Sappiamo che aveva una voce debole, che si arrochiva presto parlando: sappiamo che fu costretto a letto ripetutamente; che una volta per sopravvivere ha dovuto mutare aria; qualche medico moderno ha creduto di poter identificare nella poliartrite cronica aggravata da complicanze cardiache, la malattia che lo trasse al sepolcro non ancora sessantenne.
Sant’Ambrogio  mostra di conoscere i medici e le reazioni dei malati. Afferma che il buon chirurgo non deve lasciarsi arrestare dalle lacrime e dai gemiti del malato, ma deve resecare e bruciare fin dove lo esige il pericolo dell’infezione generale; tuttavia, dove è possibile, gli raccomanda di usare moderazione e soprattutto soavità di modi, perché il malato ha diritto di non soffrire più del necessario.
Non ignora quello che avveniva ai suoi tempi e ce lo confida non senza un velo di pena: che i ricchi potevano consultare i grandi maestri della medicina, i professori famosi e da loro farsi curare; i poveri invece dovevano contentarsi di infermieri assistenti e anche di umili guaritori.

Leggi tutto...

Riapriamo le porte a Cristo

Lunedì 18 maggio, proprio nel giorno in cui si festeggiava Giovanni Paolo II nel 100° anniversario della sua nascita, anche il nostro santuario ha riaperto le sue porte ai fedeli per le funzioni liturgiche. La chiesa italiana vive con forte commozione e con grande speranza la ripresa delle celebrazioni aperte alla comunità credente. Abbiamo vissuto con maturità ed esemplarità il tempo del Lockdown dando bella testimonianza della fede pur nella sofferenza. Ora riassaporiamo la gioia di ritrovarci comunità radunata. Ci risuonano vibranti le parole del santo pontefice: «Aprite le porte a Cristo. Non abbiate paura».

LEGGI TUTTO

Anche Asci don Guanela Onlus sostiene le case guanelliane nell'emergenza Covid.

Grazie perchè il supporto di Asci rappresenta una donazione preziosa, segno di unione, vicinanza e solidarietà da parte di compagni di strada importanti e su cui le nostre realtà sanno di poter contare. #ripariremoinsieme #fermarsinonsipuò.

Dona anche tu!

Se sei persona fisica indicando nella causale Covid 19 puoi detrarre il 30% dell’importo, se sei una azienda l’importo è interamente deducibile.

DONA con bonifico al nuovo IBAN dedicato IT89V0569610901000009107X60 intestato a OPERA DON GUANELLA EMERGENZA COVID-19, indicando nella causale Covid + Casa Divina Provvidenza Como

 

Emergenza Covid-19: SOSTIENI LE CASE GUANELLIANE.

 

Fermarsi non si può...” direbbe anche oggi Don Guanella...


...con sguardo amorevole agli anziani nelle RSA, ai "buoni figli" dei nostri centri, ai giovani delle comunità, a chi bussa alla nostra porta, a ciascun operatore esempio di dedizione, professionalità e coraggio. Incoraggerebbe ciascuno di noi.

 

Ti chiediamo, con semplicità, di starci vicino e di sostenerci....con te possiamo fare di più

 

Se sei una persona fisica indicando nella causale Covid 19 puoi detrarre il 30% dell’importo; se sei una azienda l’importo è interamente deducibile.

 

DONA con bonifico al nuovo IBAN dedicato IT89V0569610901000009107X60 intestato a OPERA DON GUANELLA EMERGENZA COVID-19, indicando nella causale Covid + Casa Divina Provvidenza Como

 

DONA con PayPal o carta di credito

Maria nostra madre e sostegno

La tradizione cristiana da sempre dedica il mese di maggio alla Madonna e la celebra venerandola in molti modi significativi e assai diversi tra di loro.
Maggio è il mese quindi della vicinanza tenera ed affettuosa a Maria attraverso il Santo Rosario: questa grande preghiera ci unisce a Cristo, nostro unico Redentore e Salvatore, perché tutti i misteri ci portano alla contemplazione degli eventi della nostra salvezza.
Questo mese di maggio è assai diverso perché viviamo il tempo della pandemia universale che ha colpito assai duramente la comunità dei popoli della terra a tutte le latitudini: sofferenza, fatica, dolore, morte, ma anche guarigione e speranza di ricominciare; i nostri cari anziani sono le persone  più colpite dal morbo Covid 19 nella loro identità, ma sperimentano anche la solitudine dai loro cari, l’impossibilità di ricevere una parola, una carezza, un sorriso rassicurante e una vicinanza nel momento della loro entrata nel regno dei cieli.

Leggi tutto...

Aiuta l'Opera Don Guanella Como a fare del bene Il tuo contributo economico è prezioso!

"Conviene sempre fare un po' di carità: un povero soccorre l'altro e Dio benedice" - San Luigi Guanella