+39 031 296 768 info@guanellacomo.it

Italian English French German Portuguese Spanish
Area Pastorale

Facciamo Festa per don Guanella

23 ottobre 2019 - 3a Giornata del Triduo della Festa di San Luigi Guanella. I Disabili con don Guanella. S.Messa ore 10.30

Leggi tutto...

La Comunione dei Santi

Il  Catechismo  della  Chiesa  Cattolica  (CCC  962),  citando  il  Credo del Popolo di Dio, scritto da Papa San Paolo VI nel 1968,  sintetizza  così  questa  grande  e  consolante  verità:  «Noi  crediamo  alla  comunione  di  tutti  i  fedeli  di  Cristo,  di  coloro  che  sono  pellegrini  su  questa  terra,  dei  defunti  che  compiono  la  loro  purificazione  e  dei  beati  del  cielo;  tutti  insieme formano una sola Chiesa; noi crediamo che in questa comunione  l’amore  misericordioso  di  Dio  e  dei  suoi  santi  ascolta  costantemente  le  nostre  preghiere».  Queste  parole  sono la migliore spiegazione di cosa sia la comunione dei Santi. La Chiesa è questo straordinario dono di comunione e  di  amore,  nel  quale  noi,  ancora  in  cammino,  non  siamo  soli, ma siamo avvolti in un’esperienza di comunione che ci rende partecipi di relazioni d’amore, che ci legano ai nostri cari defunti, ai Santi, alla Vergine Maria, alla Santa Trinità. È un mistero da gustare ed adorare, soprattutto in occasione della  Commemorazione  di  tutti  i  Fedeli  Defunti  e  della  solennità  di  tutti  i  Santi,  un  mistero  che  ci  avvolge  e  ci  supera nel tempo e nello spazio. Nel parlare della Chiesa e nel vivere l’esperienza di Chiesa sempre dovremmo sentire la  straordinaria  ricchezza  di  questa  realtà,  che  supera  i  confini  e  i  limiti  della  nostra  esperienza  terrena  di  Chiesa,  che  ci  rende  partecipi  di  una  ricchezza  di  grazia  e  di  una  condivisione  di  beni  spirituali,  che  non  è  percepita  se  e  quando la Chiesa è intesa e vissuta solo come espressione di dinamiche orizzontali o istituzionali. È all’interno di questa visione  di  una  comunione  profonda  che  il  Catechismo  ci  invita  alla  preghiera  per  i  nostri  cari  defunti:  «La  Chiesa  di  quelli  che  sono  in  cammino,  riconoscendo  benissimo  questa  comunione  di  tutto  il  corpo  mistico  di  Gesù  Cristo,  fino  dai  primi  tempi  della  religione  cristiana  ha  coltivato  con  una  grande pietà la memoria dei defunti e, poiché “santo e salutare è  il  pensiero  di  pregare  per  i  defunti  perché  siano  assolti  dai  peccati” (2 Mac 12,46), ha offerto per loro anche i suoi suffragi”. La nostra preghiera per loro può non solo aiutarli, ma anche rendere efficace la loro intercessione in nostro favore»     (CCC 958). È questo insegnamento che sta anche alla base della pratica  di  celebrare  la  S.  Messa  per  i  nostri  cari  Defunti,  una   pratica   cristiana   da   non   perdere   perché   esprime   la   straordinaria   ricchezza   della   Comunione   dei   Santi.

La Comunità Religiosa

È Dio che fa. San Luigi Guanella. Spirito e carisma

Per tutto il mese di ottobre sarà esposta in Santuario Sacro cuore la mostra “È Dio che fa. San Luigi Guanella. Spirito e carisma”, realizzata in occasione del Meeting per l’amicizia fra i popoli di Rimini nel 2008, a cura di don Mariolino Mapelli e Guglielmo Gualandris. Vi invitiamo a visitarla per conoscere maggiormente il nostro Santo.

Il mese di ottobre con don Guanella

Il mese di ottobre per noi guanelliani è molto importante, perché il giorno 24 ricordiamo la nascita al cielo del nostro Fondatore, San Luigi. Sarà una grande festa lunga un mese, con momenti speciali dedicati a voi fedeli del Santuario, ma anche ai fedeli delle parrocchie, ai cooperatori, ai nostri disabili, ai ragazzi, agli anziani, ai volontari, ai missionari e ai loro amici, momenti speciali in cui stringersi attorno all’urna del Santo come alla tomba di un Padre che dal cielo benedice e protegge sempre i suoi figli
amati. Per aiutarci ad entrare con lo spirito giusto in questo mese, proponiamo un breve passaggio del suo testamento, scritto nel settembre 1907, otto anni prima della sua morte, e oggi conservato nell’Archivio Storico Guanelliano. In questo testo
egli si rivolge principalmente alle sue Congregazioni ma, leggendo bene, anche a ciascuno di noi, amici di ieri e di oggi: «Tutti e di cuore sollevino con suffragi e con pie opere l’anima mia la quale, se per una parte crede di aver operato sempre con retta intenzione, di non aver tenuto animosità con veruno, tuttavia sente di essere un povero verme e mero strumento nelle mani del Signore, meritevole di molta compassione per tanti suoi difetti. […] Iddio pietoso ci faccia trovar tutti
nel santo Paradiso». Possiamo sottolineare quattro aspetti fondamentali di questo brano. Il primo è la profonda, umile consapevolezza del nostro Santo di essere un uomo fragile e peccatore, bisognoso di compassione. Il secondo è il riconoscimento che la grandezza di un uomo sta nell’essere strumento nelle mani di Dio. Il terzo è la richiesta ai suoi amici di preghiere e opere buone in suo suffragio. In conclusione è l’auspicio che Dio misericordioso faccia ritrovare tutti con Lui in Paradiso. Teniamo queste parole come importante testimonianza di fede, speranza e carità e come preziosa eredità umana e cristiana, mentre ci accingiamo a vivere questo intenso mese. Buon cammino nello spirito di don Guanella!


La Comunità Religiosa

 

LEGGI IL FOGLIO DEL SANTUARIO CON TUTTI GLI APPUNTAMENTI DI OTTOBRE

Servizio Civile Universale - Opera don Guanella Como

CHI PUO’ DIVENTARE OPERATORE VOLONTARIO DEL SERVIZIO CIVILE:
 - Chi ha compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età
 - Cittadini italiani o di un paese dell’unione europea o cittadino non comunitario regolarmente soggiornante in Italia
 - Chi non ha riportato condanna in Italia o all’estero anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto colposo ovvero una pena anche di detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

Leggi tutto...

Aiuta l'Opera Don Guanella Como a fare del bene Il tuo contributo economico è prezioso!

"Conviene sempre fare un po' di carità: un povero soccorre l'altro e Dio benedice" - San Luigi Guanella