+39 031 296 768 info@guanellacomo.it

Italian English French German Portuguese Spanish
"Il bene non è di chi molto fa, ma di chi molto ama" San Luigi guanella

La Casa Divina Provvidenza - Opera don Guanella è sorta a Como nel secolo scorso (6 aprile 1886), su iniziativa del Beato Luigi Guanella per assistere giovani e anziani senza casa o senza famiglia, senza qualcuno che potesse o volesse interessarsi di loro. Come un piccolo seme, è andata crescendo gradualmente adattandosi nei metodi e nel sistema di vita alle nuove necessità sociali e a esigenze educative sempre più esigenti ai nuovi tempi.

La Casa Divina Provvidenza - Opera don Guanella si contraddistingue per la preziosa collaborazione tra Religiosi e Collaboratori, aperti e disponibili sempre a farsi carico dello stato di sofferenza e di bisogno degli ospiti che sono considerati “i padroni” della Casa.

L’ambiente è caratterizzato da un clima di accoglienza, di fiducia e di benevolenza, secondo lo spirito del Fondatore e ogni ospite vi trova attenzione, affetto e rispetto della propria dignità di persona.

 

"Per ricevere a due mani dalla Provvidenza bisogna dare a quattro ai poveri della stessa." San Luigi Guanella

MISSION

Il fine principale della nostra attività è quello di promuovere la persona umana in tutte le sue dimensioni secondo le potenzialità di ciascuno. In particolare si intende aiutarle a formarsi un cuore buono, capace di accoglienza sincera e universale del prossimo, sensibile alle sue necessità, generoso e disponibile all’aiuto fraterno. La missione ci pone a servizio di persone che, come individui, come gruppo sociale o popolo, vivono in situazione di povertà fisica i psichica, materiale e morale, di emarginazione e di oppressione.Mission Secondo le intenzioni del Fondatore , ogni centro deve essere strutturato come una casa e il sistema di vita e lo stile dei rapporti interpersonali devono avvicinarsi il più possibile a quelli di una famiglia, che vive in stile cristiano. Il sistema di vita e di educazione poggia tutto sulla carità, considerata da don Guanella “regola infallibile di pedagogia religiosa”, cioè di una pedagogia che si ispira allo stile educativo di Dio.

Ancora il Fondatore si riferisce al metodo preventivo, o meglio a un sistema preventivo, “ perché nei lavori della giornata a nessuno incolga male di sorta e nel cammino della vita tutti approdino a meta felice” (don Guanella).

La Mission viene assolta in quattro grandi Aree: Area Minori, Area Anziani, Area Culturale, Area Pastorale.

COLLABORATORI

La Mission della Casa viene raggiunta nei suoi obiettivi non solo con le Comunità Religiose ma anche, e in numero preponderante, attraverso persone, i Laici, (per distinguerli dai Religiosi), che apportano le proprie doti personali di mente e di cuore. Costoro sono riassunti nell’unico appellativo di collaboratori, ma a seconda della categoria pongono in essere caratteristiche diverse: Operatori, Benefattori, Volontari, Servizio Civile, Tirocinanti, Ex Allievi, Testimonial.

Operatori: medici, pedagogisti, psicologi, educatori, infermieri, animatori, impiegati nell’amministrazione, maestre d’asilo, manutentori, addetti alla cucina, alla lavanderia, alle pulizie… Sono figure indispensabili alla conduzione della Casa. Tra le loro prerogative, come dipendenti o consulenti, viene richiesto solide motivazioni e la tensione costante al raggiungimento di un traguardo.

Benefattori: persone che hanno colto il messaggio di don Guanella (Chi dona al povero dona a Dio). Viene apprezzato il pensiero delle persone semplici, che a seconda delle loro possibilità, sanno donare il poco che possono. Rientrano tra i Benefattori, quanti (privati, imprese, enti) conoscono le attività della Casa, ne comprendono il valore sociale e cristiano e desiderano condividere ponendo a disposizione risorse per progetti che possono vedere realizzarsi. Diventano partecipi sia del bene sociale (solidali con quelle sacche di povertà presenti nella società) sia come acquisizione di meriti davanti a Dio e agli uomini.

Volontari: la casa, nelle sue molteplici attività, ritiene preziosa la collaborazione volontaria: essa si diversifica a seconda della tipologia degli ospiti ed è come supporto all’operatore che ne ha la piena responsabilità. Ogni servizio ha il suo personale determinato dagli standars e può operare anche senza il volontario, ma la sua presenza arricchisce in mille forme l’intervento educativo, spesso personalizzandolo sulle necessità del singolo. Il tempo libero dedicato, a qualsiasi età si voglia fare del volontariato, è un tempo che esprime la gratuità dell’amore di Dio verso l’uomo, soprattutto se bisognoso. L’attività del volontariato, se costante nel tempo, richiede una iscrizione ufficiale, ed è condizionata a una formazione psicologica e di senso, per una collaborazione adeguata nei diversi ambienti e persone.

Servizio Civile: è una proposta ai giovani che “passione vera e piena” per la vita umana, una passione che rifiuta la guerra, la corsa agli armamenti, tutte le strade violente per risolvere i contrasti tra i popoli. La Famiglia Guanelliana guarda al servizio civile dei giovani volontari come ad una scelta esemplare per testimoniare nella società civile e religiosa i valori della pace, della fraternità e della solidarietà. Tale servizio, nelle Opere di don Guanella, vuole essere caratterizzato da: passione per l'uomo radicata nel Vangelo della Paternità di Dio e della benevolenza misericordiosa di Cristo dignità e valore del povero "Non mettere all'ultimo posto chi deve stare al primo, il più povero, la persona più abbietta ed abbandonata, perchè dei pupilli e degli abbandonati è custode il Signore" (don Guanella) inaccettabile scandalo della miseria "Fermarsi non si può finche ci sono poveri da soccorrere. I vostri confini sono quelli del mondo" (don Guanella) Tirocinanti: Le attività gestite nella Casa sono altamente professionali, pertanto chi volesse, a motivo di studio, impratichirsi, nelle modalità e nello stile che il ruolo prevede, può trovare, nei nostri operatori e le loro équipes, ampie possibilità di formazione. Pertanto la Casa prevede convenzioni con Scuole e Università, per dare agli studenti adeguati percorsi di approfondimento, di crescita, di pratica a cui seguirà l’adeguata rendicontazione.

Ex allievi ed Amici: Quanti hanno frequentato la nostra Casa come ospiti o come amici; hanno una associazione, con un loro Statuto specifico, che valorizza la loro passata esperienza in presenza attuale ancora carica di condivisione, di consiglio, di consulenza, di “cassa di risonanza” delle attività che si svolgono. Il tutto nella comune devozione del Beato Luigi Guanella, nella comune amicizia creatasi e protrattasi nel tempo, e della stima e simpatia vicendevole, con i Religiosi, con gli Operatori in genere.

Testimonial: Per meglio interfacciarsi col territorio, creando una dinamica di approcci utili alla conoscenza e al coinvolgimento, si ritiene preziosa la presa in carico di quelle persone, che hanno un forte richiamo nel pubblico, e intendono abbracciare singoli progetti e farsene garanti.

I PADRONI

I termini che vengono usati per descrivere coloro che usufruiscono delle risorse umane e strutturali della Casa Divina Provvidenza sono diversissimi: ospiti, clienti, utenti, ricoverati...

Don Guanella li chiamava Padroni, questo per indicare l’atteggiamento di servizio che, Religiosi e Collaboratori Laici, devono dimostrare nei confronti degli Anziani, dei Ragazzi, dei Giovani, dei Fedeli, di coloro che sono in un cammino vocazionale … di quanti accedono alla Casa per i motivi più diversi, fossero anche condotti da eventi occasionali.

Nella Casa Divina Provvidenza, possiamo ragionare in termini di Area Minori, Area Anziani, Area Culturale, Area Pastorale.

COMUNITÀ RELIGIOSE

Le Comunità Religiose che abitano nella Casa Divina Provvidenza sono tre, e appartengono tutte alla Congregazione dei Servi della Carità, Opera don Guanella : la Comunità Locale, la Comunità Formativa/Pastorale, La Comunità di Provincia. Vivono il Carisma di don Guanella e hanno ambiti, di competenza e di attività, distinte.

La Comunità Locale è formata da Religiosi Sacerdoti e Fratelli, a lei spetta la gestione della Casa nel suo insieme, e la collaborazione con Laici nella conduzione delle attività nelle diverse Aree: Minori, Anziani, Culturale, Pastorale.

La Comunità Formativa/Pastorale è formata da Religiosi Sacerdoti e Fratelli; ad essa competono la formazione vocazionale con tutte le iniziative propedeutiche allo scopo, e curano l’aspetto pastorale propriamente detto.

La Comunità di Provincia è formata da Religiosi Sacerdoti e Fratelli; sono confratelli eletti allo scopo di presiedere e disporre, in ordine alla organizzazione di personale e di strutture, su tutte le case guanelliani che si trovano nelle regioni della Romagna, del Piemonte, della Lombardia, del Veneto,della Liguria e della Svizzera. Così pure, attraverso la delegazione, delle case poste in terra di missione dell’Africa.

Aiuta l'Opera Don Guanella Como a fare del bene Il tuo contributo economico è prezioso!

"Conviene sempre fare un po' di carità: un povero soccorre l'altro e Dio benedice" - San Luigi Guanella